Cucine Etniche

La cucina thailandese

La cucina thailandese è una delle cucine orientali più conosciute al mondo e molti dei suoi piatti sono particolarmente apprezzati. A differenza dell’idea stereotipata che molti hanno della Thailandia, in questo affascinante paese, ricco di storia e luoghi paradisiaci, non si mangiano soltanto insetti fritti.

Erbe, spezie e riso sono gli ingredienti fondamentali utilizzati nella preparazione dei piatti tipici thailandesi a base di pesce e carne. Ogni pietanza è preparata secondo un bilanciamento ben preciso di cinque sapori: dolce, aspro, salato, amaro (in minima parte) e piccante. Si tratta di una cucina saporita e nutriente ma allo stesso tempo povera di calorie.

Come in molte altre cucine orientali anche in Thalandia si usa servire tutte le portate contemporaneamente al centro della tavola da dove ogni commensale prende la sua parte. La tradizione culinaria thailandese, inoltre, dà molta importanza alla presentazione dei piatti. Ogni pietanza, anche se fatta di ingredienti semplici, è sempre curata nei minini dettagli.

RISO E NOODLES

Il riso è l’alimento dominante della cucina thailandese, servito come accompagnamento ad altre pietanze principali oppure da solo. Il più diffuso è sicuramente il riso Thai, noto anche come riso Jasmine. I chicchi di questo riso sono di molti colori, hanno un aroma intenso che ricorda il fiore di gelsomino e una volta cotti diventano particolarmente soffici. Il piatto thailandese a base di riso più popolare è sicuramente il “Khao Pad” o riso fritto, cucinato friggendo il riso precedentemente cotto insieme a verdure, pesce o carne, con l’aggiunta di uovo.

L’alternativa al riso sono i noodles, spaghetti di soia utilizzati anche nella cucina cinese e giapponese. Se ne trovano sottili o più spessi come le nostre fettuccine e possono essere gustati in brodo o più asciutti.

PEPERONCINO E ALTRE SPEZIE

I piatti della cucina-thailandese sono sempre insaporiti con spezie profumate e vivaci. Non manca mai il peperoncino a rendere piccante ogni sapore mentre tra le altre spezie quelle più utilizzate sono il curry e il galangal, della stessa famiglia di cadamomo e zenzero.

FRUTTA E VERDURA

La vera esplosione di colori, sapori e vitamine dei piatti Thai viene data dalla frutta tropicale e dalle verdure. La frutta, in particolare, cresce in modo naturale e in quantità davvero notevoli. Cocco, papaya, mango, litchi vengono consumati a colazione o a fine pasto ma sono presenti anche in molte ricette salate. Pomodori e funghi sono spesso tra gli ingredienti principali delle pietanze più conosciute ma non mancano le verdure a foglia verde.

PIATTI TRADIZIONALI THAILANDESI


Tra le ricette tipiche della Thailandia la più famosa è certamente il Pad Thai. Un piatto a base di noodles saltati alla piastra e conditi con uova, pesce e varie spezie, tra cui ovviamente non manca il peperoncino. Molto popolare è anche il Som Tam, l’insalata a base di papaya acerba dai sapori contrastanti, con gamberetti, arachidi, granchio, pomodori, peperoncino e pesce fermentato. La cucina thailandese è inoltre ricca di zuppe, di cui il latte di cocco costituisce uno degli ingredienti principali.

Per quanto riguarda i dolci, detti “Korng Wahan”, gli ingredienti più utilizzati per prepararli sono il latte di cocco e cocco grattuggiato, farina di riso e tapioca. A differenza dei nostri dolci, quelli thailandesi hanno un gusto tendenzialmente salato.

Infine le bevande più consumate in Thailandia sono sicuramente il tè freddo thai, chiamato “Cha yen”, ed il latte di cocco, spesso mescolati con altri ingredienti per creare bibite dissetanti.

Related Posts